Vai al contenuto principale

"FELICITÀ" E PSICOTERAPIA:
UNA PROSPETTIVA CLINICA DI INTEGRAZIONE TEORICA

di Ezio Menoni, Eutizio Egiziano

Idee in Psicoterapia - numero 123 - anno 2016

Viene presentata un'ipotesi clinica relativa ai processi della "felicità" sulla base del nostro modello clinico di integrazione teorica nel contesto psicoterapeutico e sociale attuale. In una prospettiva transdisciplinare sono presentati studi e ricerche provenienti da diversi ambiti scientifici (es. teorie dei sistemi adattivi complessi, neurobiologia evolutiva, neuroscienze affettive, ecc.). Queste conoscenze costituiscono le basi epistemologiche per il lavoro clinico-terapeutico secondo il nostro modello. Le conoscenze recenti relative ai processi di free energy, per quanto riguarda la bilancia fra conferme e sconferme di previsioni dei sistemi funzionali adattivi, e ai sistemi resting, in particolare al default mode network, consentono di sostenere l'ipotesi che la "felicità" è funzione della connessività e della resilienza, cioè della costruzione di complessità, del sistema adattivo complesso psichesoma. La "felicità" è una proprietà emergente dell'integrazioni delle sue configurazioni di coscienza passato-presente-futuro. Nel nostro modello quindi, la psicoterapia non può rendere le persone "felici" ma può contribuire a costruire ponti tra le "zone critiche" e le "zone di conforto" per nuove configurazioni evolutive e proattive di complessità per la vita.
Parole chiave: "felicità", piacere, integrazione teorica in psicoterapia, consilienza, sistemi adattivi complessi.